Ultima modifica: 11 Dicembre 2017

Consiglio d’Istituto

Che cos’è il Consiglio di Istituto?
Il Consiglio di Istituto è un Organo Collegiale obbligatorio in tutte le scuole.
E’ il “consiglio d’amministrazione” dell’“impresa scuola”, dove sono rappresentate tutte le componenti
dell’Istituto (docenti, studenti, genitori e personale non docente) con un numero di rappresentanti variabile a
seconda delle dimensioni della scuola.
Nelle scuole con popolazione scolastica superiore a 500 alunni i componenti sono 19:
8 rappresentanti del personale docente
8 rappresentanti dei genitori
2 rappresentanti del personale A.T.A.
il Dirigente Scolastico
Il Dirigente scolastico è membro di diritto del C.d.I. che, secondo l’attuale normativa, è presieduto da un
genitore e si rinnova con cadenza triennale tramite elezioni.
Cosa fa il Consiglio di Istituto?
Le attribuzioni del Consiglio, quale organo deliberante, sono stabilite per legge.
In particolare il C.d.I.:
1 Elabora e adotta gli indirizzi generali e determina le forme di autofinanziamento della scuola.
2 Delibera il PROGRAMMA ANNUALE, ex bilancio, e il conto consuntivo; stabilisce come impiegare i mezzi
finanziari per il funzionamento amministrativo e didattico.
3 Delibera in merito all’adozione e alle modifiche del REGOLAMENTO INTERNO dell’Istituto.
4 Ha il diritto di iniziativa, ovvero la possibilità di deliberare in modo diverso rispetto alle proposte fatte dalla
Giunta Esecutiva
5 Stabilisce i criteri generali in merito a:
– acquisto, rinnovo e conservazione delle attrezzature tecnico-scientifiche, dei sussidi didattici (audiotelevisivi,
libri) e di tutti i materiali necessari alla vita della scuola.
– attività negoziale del Dirigente Scolastico (contratti, convenzioni, utilizzo locali scolastici da parte di Enti o
Associazioni esterne, assegnazione di borse di studio).
– partecipazione dell’istituto ad attività culturali, sportive e ricreative, nonché allo svolgimento di iniziative
assistenziali.
– organizzazione e programmazione della vita e dell’attività della scuola, comprese le attività
para/inter/extrascolatiche (calendario scolastico, programmazione educativa, corsi di recupero, visite e viaggi
di istruzione, ecc.), nei limiti delle disponibilità di bilancio.
6 Definisce gli INDIRIZZI GENERALI DEL POF elaborato dal Collegio Docenti.
7 Adotta il POF.
8 Indica i criteri generali relativi alla formazione delle classi, all’assegnazione dei singoli docenti alle classi e
al coordinamento organizzativo dei Consigli di Classe.
9 Stabilisce i criteri per l’espletamento dei servizi amministrativi (orari di sportello, tempi di risposta per
documenti, ecc.) ed esercita le competenze in materia di uso delle attrezzature e degli edifici scolastici.
10 Su tematiche particolarmente complesse può costituire gruppi di lavoro (Commissioni miste docenti,
genitori, studenti, se possibile) con un preciso mandato, che garantiscano momenti di approfondimento per
dare maggiore qualità all’informazione, alla consultazione, al confronto e al successivo processo decisorio.
11 Elegge, alla prima riunione il Presidente e un vice-Presidente (due genitori), mediante votazione segreta,
tra i rappresentanti dei genitori membri del Consiglio: i genitori in questo caso sono contemporaneamente
elettori e candidati. All’elezione partecipano tutti gli altri membri del Consiglio.
Nella sua prima seduta, elegge, tra i suoi membri, una Giunta Esecutiva.




Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi